6.4 C
Roma
giovedì, Febbraio 2, 2023

Femminicidi. La scelta da fare è tra continuare a chiamarli raptus o semplicemente col loro nome

-

Rimini, 22 aprile: Raffaele Fogliamanzillo, di 62 anni, uccide la moglie. Il movente è la gelosia. La motivazione addotta: depressione, stato ansioso e sindrome bipolare.

Fara Gera d’Adda (Bergamo), 22 aprile: Carlo Fumagalli, di circa 45 anni, uccide la compagna. Il movente è la non accettazione della fine della relazione. La motivazione addotta: cure psichiatriche in atto per deliri e allucinazioni.

Fogliamanzillo ha accoltellato la moglie perché era convinto che la donna avesse un amante. Immaginiamo per un attimo la vita della donna, Angela Avitabile: dover vivere con un uomo che la accusava ingiustamente di tradirlo, sicuramente insultandola e rendendole la vita dura. Sembra che le prime parole dopo l’arresto siano state: “Non volevo uccidere”. Viene da chiederci allora se secondo Fogliamanzillo sette coltellate fossero uguali a sette carezze.

Fumagalli invece, ha tentato il delitto perfetto. Tutto sommato poteva cavarsela: l’uomo ha provato a simulare un incidente, gettandosi nel fiume con l’auto e guadagnando la riva a nuoto, mentre la donna moriva annegata.  Ma per stare tranquillo e fare le cose perbene, le ha tenuto la testa sott’acqua mentre lui, in apnea, la uccideva e poi nuotava per salvarsi. Al magistrato che l’ha interrogato, ha confessato che la sua intenzione era di uccidere Romina Vento, così si chiamava la vittima.

La scelta da fare è tra continuare a chiamarli raptus o chiamarli semplicemente femminicidi. Non basta più addurre una patologia psichiatrica oppure il classico raptus o qualsiasi altra cosa che in realtà non fa altro che giustificare l’ingiustificabile. Il pericolo è che queste notizie passino in secondo piano, vista la crisi politica in Europa e la guerra in Ucraina, e magari proprio per questo, uomini del genere rischino di potere farla franca.

 

(26 aprile 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



Pubblicità

POTREBBERO INTERESSARTI

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: